1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuto della pagina

IN CONSIGLIO COMUNALE IL SALUTO AL CONSIGLIERE CASTELLI, I DANNI DEL FORTUNALE E LE VARIAZIONI AL PIANO DEGLI INTERVENTI



Cavallino-Treporti, 27 settembre 2017

COMUNICATO STAMPA

IN CONSIGLIO COMUNALE IL SALUTO AL CONSIGLIERE CASTELLI, I DANNI DEL FORTUNALE E LE VARIAZIONI AL PIANO DEGLI INTERVENTI

Il consiglio comunale, nella seduta di venerdì prossimo, 29 settembre alle ore 21.00, darà l’ultimo saluto a Claudio Castelli con un minuto di silenzio e un pensiero da parte dei capigruppo. Al suo posto entrerà Maurizio Orazio della lista “Idea Comune per Cavallino-Treporti”. Nella stessa serata l’amministrazione presenterà al Consiglio i debiti fuori bilancio dovuti ai lavori di somma urgenza per il fortunale del 10 agosto. «Le spese già sostenute dall’Ente ammontano a 158 mila euro e riguardano il ripristino della segnaletica stradale, le opere edili, il ripristino delle viabilità, l’illuminazione pubblica e l’attività di raccolta e stoccaggio degli alberi abbattuti e la pulizia delle strade - spiega la sindaco Roberta Nesto -. La copertura finanziaria sarà data dalla variazione di bilancio e inciderà principalmente sul capitoli di spesa relativo al turismo, in particolare copriremo le spese grazie alla maggior entrata data dovuta all'aumento dell'imposta di soggiorno». Tra i vari punti all’ordine del giorno, gli assessori della lista Patto Civico presenteranno alcune varianti non sostanziali al Piano degli Interventi. Sarà dunque eliminata una scheda normativa relativa ad un’attività produttiva in zona impropria, che era stata individuata in un ambito erroneamente indicato dalla ditta stessa, che nel frattempo si è trasferita in un ambito proprio. Verrà inoltre modificata la destinazione d’uso di una porzione di fabbricato che in origine era un annesso rustico di un’azienda agricola e che dopo la cessazione dell’attività, la proprietà ha trasformato, per quasi la totalità del fabbricato, in residenza. L’unica porzione non ancora trasformata in residenza sarà oggetto della presente variante. L’ultimo punto dell’ordine del giorno riguarderà l’area del Lungomare Dante Alighieri, classificata dal Piano degli Interventi come area soggetta ad azioni di recupero e riqualificazione. L’amministrazione approverà la variante operando alcune modifiche in ampliamento e corrispondente riduzione, come richiesto dai proprietari coinvolti in una fase di concertazione aperta ad aprile del 2016. Un zona interessata dai lavori del Mose che in questi anni hanno stravolto le condizioni di partenza e ha reso necessario interventi compensativi. «A seguito della variante l’area potrà essere assoggetta a un piano di recupero che consentirà l’edificazione degli ambiti privati e la realizzazione di opere di urbanizzazione. Tali interventi si integreranno con il progetto di inserimento paesaggistico delle opere del Mose, che prevede la realizzazione di un nuovo lungomare con pista ciclabile ed aree verdi – conclude la sindaco -. Finalmente risponderemo alle esigenze di questa parte di territorio fortemente colpita e che per anni è rimasta ferma e legata ai vecchi piani d’intervento».

 
 
Ultima Modifica: 27/09/2017