1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuto della pagina

CONTRO IL COMMERCIO ABUSIVO CAVALLINO-TREPORTI SUPERA I 400 MILA EURO DI MERCE CONTRAFFATTA


CONTRO IL COMMERCIO ABUSIVO CAVALLINO-TREPORTI SUPERA I 400 MILA EURO DI MERCE CONTRAFFATTA


Cavallino-Treporti, 10 settembre 2018

COMUNICATO STAMPA

CONTRO IL COMMERCIO ABUSIVO CAVALLINO-TREPORTI SUPERA I 400 MILA EURO DI MERCE CONTRAFFATTA

Continuano i controlli e i sequestri da parte della Polizia Locale di Cavallino-Treporti sulle spiagge e pinete del litorale.
Secondo i dati pubblicati dal Ministero degli Interni, che ha avviato a fine luglio la campagna contro l’abusivismo commerciale e la contraffazione, la nostra località continua ad essere la prima spiaggia per valore di beni sequestrati con 435.401,00 euro.
Nei controlli effettuati, nella sola giornata di sabato 8 settembre, la Polizia Locale ha elevato quattro violazioni amministrative e una penale per occhiali contraffatti.
Tra la merce sequestrata, per un totale di 454 pezzi, cavigliere e occhiali non contraffatti sono stati rinvenuti in arenile davanti al campeggio Mediterraneo e 22 teli mare tra Via Berton e Via Radaelli. Sequestrata anche merce come abbigliamento e cappelli da donna in arenile nei pressi del villaggio San Paolo.   
La Polizia Locale ha elevato inoltre una notizia di reato verso ignoti, notiziata immediatamente alla Procura della Repubblica, per uno zaino rinvenuto in Via delle Batterie, nei pressi del campeggio Mediterraneo, contenente 106 occhiali contraffatti tra cui marche note quali Ray Ban, Prada, Oakley, D&G, Hogan e Dior. 
«In poco più di un mese dall’avvio di “Spiagge sicure” i nostri agenti hanno emesso 97 contestazioni di illeciti amministrativi e penali. È un ottimo risultato quello raggiunto e continueremo sulla strada avviata – dice la sindaco Roberta Nesto – auspicando che l’attenzione al tema da parte del Governo prosegua anche nei prossimi anni e vengano prese in considerazione anche le osservazioni e le proposte emerse in occasione del G20. Saranno necessarie infatti, già per il prossimo anno, risorse da dedicare alla prevenzione, ovvero al presidio del territorio».

 
 
Ultima Modifica: 11/09/2018