1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuto della pagina

PER IL SECONDO ANNO CAVALLINO-TREPORTI È “COMUNE CICLABILE”



Cavallino-Treporti, 12 aprile 2019

COMUNICATO STAMPA

PER IL SECONDO ANNO CAVALLINO-TREPORTI È “COMUNE CICLABILE”

A Verona Cavallino-Treporti si riconferma “Comune Ciclabile” anche per il 2019.
La prima località balneare veneta sventola anche quest’anno la bandiera gialla della FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), l’importante riconoscimento che attesta il grado di "ciclabilità" di un comune, cioè quell’insieme di infrastrutture e azioni che rendono i comuni adatti ad essere vissuti e visitati in bicicletta e riconosce alle amministrazioni gli sforzi compiuti verso una nuova mobilità che restituisce la città alle persone.
Oggi, venerdì 12 aprile, la consigliera con delega allo sport Lisa Targhetta ha ritirato la bandiera per il Comune di Cavallino-Treporti che si classifica con il massimo dei voti – cinque bicilette - all’interno degli 82 comuni italiani e tra gli 8 veneti selezionati dalla FIAB.
«Dal 2015 abbiamo avviato strategie e azioni concrete pensate ad una mobilità che si serve della bicicletta, con l’obiettivo di sviluppare progetti infrastrutturali legati al cicloturismo e che allo stesso tempo promuovino il territorio e le aziende di Cavallino-Treporti – spiega Lisa Targhetta – La bicicletta non è solo un’opportunità per spostarsi e vivere la vacanza ma diventa un mezzo di trasporto legato allo sport e al rispetto dell’ambiente».
Cavallino-Treporti dunque punta a sviluppare in pochi anni una viabilità a prova di bicicletta.
«La nostra località si sta qualificando anche come territorio da vivere all’aria aperta anche attraverso il cicloturismo e la promozione dello stesso attraverso mappe dedicate – aggiunge la sindaco Roberta Nesto -. Abbiamo portato avanti progetti legati ad un ampliamento della viabilità e di questi percorsi. Entro il 2021 su una fascia di terra lunga 13 chilometri, ne avremo 40 dedicati agli itinerari cicloturistici di cui 7 in un percorso panoramico a sbalzo che si affaccia sulla laguna di Venezia».


 
 
Ultima Modifica: 12/04/2019