1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuto della pagina

Misure urgenti in materia di gestione dell'emergenza Coronavirus: proroga fino al 3 maggio

 
NUMERI EMERGENZA CORONAVIRUS
 
 
 

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 43 DEL 27.04.2020


ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N.43 DEL 27.04.2020 "Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19. Ulteriori disposizioni".

 

DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO DEI MINISTRI 26.04.2020


Il Decreto riporta le misure per il contenimento dell'emergenza Covid-19 nella cosiddetta "fase due" che riguarderà il periodo dal 04 al 17 maggio 2020:
 
✔ Inizia la fase di convivenza con il Virus. Sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno, a partire dalle distanza di sicurezza di almeno 1 metro.
✔ Mascherine chirurgiche a 50 centesimi. Ordinanza governativa per calmierare il prezzo. Probabile esenzione IVA.
✔ Spostamenti dentro i confini regionali per comprovati motivi di salute, lavoro, necessità e per far visita a congiunti. Sempre con mascherine e senza assembramenti. No riunioni di famiglia o altri momenti conviviali.
✔ Divieto di spostamento tra regioni, salvo che per esigenze lavorative o di salute.
✔ Se con febbre a 37,5 gradi si è obbligati a restare a casa.
✔ Parchi aperti, ma solo se si è in grado di garantire contingentamento, altrimenti chiusi.
✔ Attività sportiva da soli e con 2 metri di distanza, se motoria 1 metro.
✔ Consentiti gli allenamenti dei professionisti a porte chiuse e di discipline individuali.
✔ Cerimonie funebri. Massimo 15 persone e con utilizzo dispositivi e nel rispetto delle distanze di sicurezza.
✔ Bar e ristoranti: consentita attività di asporto, nel rispetto delle distanze di sicurezza e delle misure di contenimento.
✔ Il 4 maggio riapre il settore della manifattura e delle costruzioni, secondo protocollo e garanzia della sicurezza sul luogo di lavoro.
✔ Le Regioni devono comunicare quotidianamente i dati sul contagio al Ministero della Salute. Vi saranno Soglie Sentinella per attivare misure
restrittive.
 ✔ Il 18 maggio probabile riapertura del commercio al dettaglio, anche musei e biblioteche e riavvio sport di squadra.
 ✔ Il 1 giugno probabile riapertura al dettaglio del settore della ristorazione e della cura della persona.

 
 

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N.40 DEL 13.04.2020 in vigore dal 14.04 al 03.05.2020

"MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA VIRUS COVID-19. ULTERIORI DISPOSIZIONI"

NOVITÀ IMPORTANTI:

✔ Obbligo utilizzo di mascherina, guanti (o gel o altro dispositivo igienizzante) per chi si sposta da casa;
✔ Distanziamento sociale a 2 metri;
✔ Consentita l'attività motoria oltre i 200 metri, ma sempre a livello individuale ed in prossimità della propria abitazione, con obbligo di rispetto di almeno due metri da ogni altra persona e con mascherina e guanti.

 

DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO DEI MINISTRI 10.04.2020


IL DPCM DEL 10 APRILE 2020 PROROGA FINO AL 03 MAGGIO 2020 LE MISURE RESTRITTIVE FIN QUI ADOTTATE DAL GOVERNO PER IL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO EPIDEMIOLOGICO DA COVID-19.

Con il nuovo Dpcm, a partire dal 14 aprile, sarà però permessa l’apertura delle cartolerie, delle librerie e dei negozi di vestiti per bambini e neonati e vengono inserite tra le attività produttive consentite la silvicoltura e l'industria del legno. 

 
 

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE N. 37 DEL 03.04.2020

MISURE URGENTI IN MATERIA DI CONTENIMENTO E GESTIONE DELL'EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA VIRUS COVID-19. ULTERIORI DISPOSIZIONI PER IL CONTRASTO DELL'ASSEMBRAMENTO

✔ Supermercati chiusi di domenica; 
✔ Obbligo di accedere presso le attività commerciali aperte come i supermercati e le farmacie solo con guanti e mascherina
✔ È vietata l'attività di vendita di prodotti florovivaistici e garden e simili presso la sede. È concessa la vendita con consegna a domicilio. 
✔ È concessa l'attività di manutenzioni aree verdi pubbliche e private per interventi di urgenza.
✔ Sospensione completa dei mercati dal 6 aprile fino al 13 aprile 2020.

Il Comune, sulla base dell’ordinanza Regionale che prevede nuove restrizioni, non potendo garantire le nuove misure di sicurezza previste, ha deciso di sospendere tutti i mercati anche per i generi di prima necessità fino al 13 aprile.

 
 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 01 APRILE 2020


IL DPCM DEL 01 APRILE 2020 PROROGA FINO AL 13 APRILE 2020 LE
MISURE FIN QUI ADOTTATE DAL GOVERNO PER IL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO
EPIDEMIOLOGICO DA COVID-19, CON EFFETTO DAL 04 APRILE 2020.

 

 
 
 

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DEL 22 MARZO 2020

 

Decreto Presidente del Consiglio 11 marzo 2020


In attuazione delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza Coronavirus ed a seguito del Dpcm del 11.03.2020,

 
 

si comunica che:

 

1) evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori di cui al presente articolo, nonché all'interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. E’ consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza

 
 

2) sono sospesi gli eventi, manifestazioni e attività di natura ludico, culturale, sportiva e ricreativa pubblici o privati (tutti gli impianti sportivi, le palestre e i centri ricreativi)

 

3) sono sospesi i servizi educativi per l'infanzia e le attività didattiche nelle scuole di ogni ordine e grado

 
 
 

4) per tutte le altre attività sono adottate le misure urgenti di contenimento DPCM 11.03.2020

- Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell ' allegato 1, sia nell ' ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell'ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purché sia consentito l'accesso alle sole predette attività. Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

- Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l'attività di confezionamento che di trasporto. Restano, altresì, aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all'interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro.


- Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetisti)


- le attività produttive e alle attività professionali si raccomanda che:

a) sia attuato il massimo utilizzo da parte delle imprese di modalità di lavoro agile per le attività che possono essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;
b)siano incentivate le ferie e i congedi retribuiti per i dipendenti nonché gli altri strumenti previsti dalla contrattazione collettiva;
c)siano sospese le attività dei reparti aziendali non indispensabili alla produzione;
d)assumano protocolli di sicurezza anti-contagio e, laddove non fosse possibile rispettare la distanza interpersonale di un metro come principale misura di contenimento, con adozione di strumenti di protezione individuale;
e)siano incentivate le operazioni di sanificazione dei luoghi di lavoro, anche utilizzando a tal fine forme di ammortizzatori sociali;

TUTTE LE ATTIVITÀ CHE NON OSSERVANO LE REGOLE SONO SANZIONATE CON LA SOSPENSIONE DALL’ESERCIZIO


 
 

5) Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri e sono chiusi al pubblico i cimiteri;

 
 
 

6) aperture uffici comunali

I SERVIZI DEMOGRAFICI E STATO CIVILE  SOLO SU APPUNTAMENTO N. 041-2909756

PROTOCOLLO NORMALMENTE PER GLI INOLTRI VIA PEC E/O TRAMITE SERVIZIO POSTALE, MENTRE PER LA CONSEGNA A MANO SI PREGA DI LASCIARE I DOCUMENTI DA PROTOCOLLARE NELLA CASSETTINA COLLOCATA IN ENTRATA INDICANDO GLI ESTREMI (MAIL O INDIRIZZO DI RESIDENZA/DOMICILIO) PER IL RITIRO DELLA RICEVUTA;

BIBLIOTECA COMUNALE CHIUSA.

TUTTI GLI UFFICI SONO FUNZIONANTI. APERTI AL PUBBLICO SOLO PER URGENZE. 
 

UFFICI di CT SERVIZI

In riferimento alle misure urgenti in materia di contenimento e gestione  dell'emergenza Coronavirus, e a seguito del D.P.C.M. del 08/03/2020, del D.P.C.M. del 11/03/2020, del D.P.C.M. del 22/03/2020 del D.P.C.M. del 01/04/2020 e del D.P.C.M. del 10/04/2020, si comunica che gli uffici  di CT SERVIZIrimarranno chiusi al pubblico fino al 03/05/2020. I servizi saranno in ogni caso garantiti attraverso le seguenti modalità e contatti:
   
Servizi cimiteriali
da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 telefonando al 041 968725
il sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00 telefonando al 346 9578031
indirizzo e-mail info@ctservizi.eu
Amministrazione e contabilità
da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 telefonando al 041 968725
indirizzo e-mail info@ctservizi.eu
Ufficio Tecnico
da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 telefonando al 041 968725
indirizzo e-mail info@ctservizi.eu
Per eventuali urgenze telefonare al 331 6714622
ZTL e parcheggi
da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 telefonando al 041 968725
indirizzo e-mail ztl@ctservizi.eu
per eventuali urgenze telefonare al 346 7124302

https://www.ctservizi.eu/it/bandi-avvisi-news/selezioni/visualizza/misure-precauzionali-urgenti-in-materia-di-contenimento-e-gestione-dell-emergenza-coronavirus

Assistenza e informazione

Le disposizioni del presente decreto producono effetto dalla data dell'8 marzo 2020 e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020



Dalle ore 14.00 del giorno 8 marzo 2020 il Centro Operativo Comunale (C.O.C.), al fine di assicurare, nell’ambito del territorio del Comune di CAVALLINO TREPORTI, la direzione ed il coordinamento delle attività di informazione alla popolazione;

Il predetto C.O.C. trova ubicazione presso la sede municipale, sita in Piazza Papa Giovanni Paolo II n. 1;


link     http://www.comune.cavallinotreporti.ve.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2619?uniq=11d8a1c58af050f9d37f0ab580163b288







AIUTIAMOCI AD AIUTARE!
CAVALLINO-TREPORTI HA BISOGNO DI TE
http://www.comune.cavallinotreporti.ve.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/2617



 

Le disposizioni del presente decreto producono effetto dalla data dell'8 marzo 2020 e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020

 

Si chiede a tutti la massima collaborazione e soprattutto una coscienziosa responsabilità civile nel rispettare rigorosamente quanto disposto dal DPCM 08.03.2020

 
 

#iorestoacasa

 
 
 
 
 
 
 


 
Ultima Modifica: 07/05/2020
 
 
  1. Certificazione EMAS
  2. Parco turistico di Cavallino Treporti
  3. Bandiera Blu

Comune di Cavallino - Treporti (VE) | P.Iva 03129420273 - Tel: 041 2909711
Responsabile della Protezione dei Dati: dpo@comunecavallinotreporti.it PEC: protocollo.comune.cavallinotreporti.ve@pecveneto.it
info@comunecavallinotreporti.it

  1. Valida il codice XHTML della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C
  2. Valida il codice CSS - collegamento al sito esterno, in lingua inglese, del W3C
  3. Vai alla dichiarazione di accessibilità