Comune di Cavallino Treporti

Mostriamoli - Rassegna di film in piazza

PIAZZA PAPA GIOVANNI PAOLO II loc. CA'SAVIO

 
Locandina Mostriamoli - Rassegna di film in piazza

Dal 15 luglio al 12 agosto 2019 ORE 21.30



PROGRAMMAZIONE:

- 15.07: "UN PAESE  QUASI PERFETTO" di Massimo Gaudioso;
- 22.07: "LA DONNA ELETTRICA" di Benedikt Erlingsson;
- 29.07: "REBECCA LA PRIMA MOGLIE" di Alfred Hitchcock;
- 05.08: "VENGO ANCH'IO" di Nuzzo e Di Biase;
- 12.08: "SE DIO VUOLE" di Edoardo Falcone 




ll programma potrebbe subire delle variazioni


 

L'evento avrà luogo rispettando le normative vigenti in materia di contenimetno e gestione dell'emergenza epidemiologica da virus COVID-19.

Per garantire il contingentamento è consigliata la prenotazione a cinema@comunecavallinotreporti.it

 
 
Locandina 04.07.2019

MERCODI 15 LUGLIO



"UN PAESE  QUASI PERFETTO"
di Massimo Gaudioso;


Un paese quasi perfetto è 
Un film italiano del 2016 scritto
diretto da Massimo Gaudioso.

In un piccolo paese della Basilicata, Castelmezzano,  che sorge nei pressi delle Dolomiti lucane e dell'omonimo parco naturale regionale,[1] la ridotta popolazione di ex minatori vive del sussidio della Cassa Integrazione visto che la miniera su cui si basava l'economia è stata chiusa dopo la creazione di un lago artificiale che l'ha allagata.
Il sindaco cerca di far aprire una fabbrica avendo avuto un contatto con un imprenditore del nord che intende utilizzare i fondi europei del FESR. La firma del contratto è però subordinata alla presenza di un medico condotto, che occorre convincere a vivere nel paese.  Dopo che il sindaco è andato a vivere in città ed è diventato ausiliario del traffico, la situazione viene gestita da un ex minatore, Domenico Bonocore, che riesce con la complicità di tutti gli abitanti a fare affezionare il medico milanese Gianluca Terragni, indotto con un ricatto ordito dall'ex sindaco a provare per un mese a vivere a Castelmezzano.
La fabbrica comunque non viene più attivata, dopo che il direttore della locale banca, Nicola, si accorge che il contratto dell'imprenditore era in realtà una truffa per rubare il denaro dell'Unione Europea. Il medico sta quindi per abbandonare il paese, nonostante la crescente simpatia con la giovane e avvenente Anna, quando ha un lampo di genio: creare un polo di attrazioni turistiche: la miniera diventerà un centro benessere, e la vecchia teleferica della miniera diventerà il Volo dell'Angelo,[2] un cavo d'acciaio che si percorre imbracati ammirando un panorama unico, mentre ci si libra a volo d'uccello.



 
 
Locandina 11.07.2019

MERCOLEDI 22 LUGLIO ORE 21.30



LA DONNA ELETTRICA
di Benedikt Erlingsson;
Data di uscita: 13 dicembre 2018 (Italia)


Halla è una donna single di circa cinquant'anni che dirige un piccolo coro nella verde ed educata Islanda. La sua esistenza quotidiana e insospettabile nasconde un segreto: Halla è infatti anche l'ecoterrorista a cui il governo e la stampa danno la caccia da mesi, per i ripetuti sabotaggi che ha compiuto contro le multinazionali siderurgiche che stanno attentando alla sua splendida terra. Halla, insomma, non resta in casa a farsi bombardare dalle notizie e dalle immagini catastrofiche che arrivano dalla televisione, esce, agisce e punta in alto, a salvare il mondo. Punta letteralmente in alto, scagliando le sue frecce contro l'industria nazionale per cercare di fare breccia nelle coscienze di politici e conterranei








 
 
Locandina 18.07.2019

MERCOLEDI 30 LUGLIO ORE 21.30



"REBECCA LA PRIMA MOGLIE"
di Alfred Hictcock;

un film del 1940 diretto da Alfred Hitchcock, tratto dal romanzo Rebecca, la prima moglie di Daphne du Maurier, vincitore di due Premi Oscar, tra cui quello per il miglior film. Il film è stato distribuito in Italia anche con i titoli La prima moglie (Rebecca) e Rebecca.


A Monte Carlo una giovane dama di compagnia, di cui non conosceremo mai il nome, incontra e sposa il ricco e aristocratico Massimo de Winter. Questi è vedovo della prima moglie, Rebecca, con cui ha vissuto nel castello di Manderley, in Inghilterra. Rebecca era morta nell'affondamento del suo yacht, il marito aveva riconosciuto il cadavere e la donna era stata seppellita nella cappella di famiglia. Massimo e la nuova moglie, giovane e ingenua, giungono al castello, dove la governante, la signora Danvers, una donna dal volto duro e inquietante, nutre ancora un'ammirazione incondizionata nei confronti della precedente datrice di lavoro e il ricordo ossessionante di lei conduce la nuova moglie alla gelosia e all'esasperazione. Danvers in effetti manifesta un affetto maniacale, pur mantenendo atteggiamenti distaccati. La seconda signora de Winter si sente inferiore per natali, cultura e bellezza, inoltre sente che lo spettro di Rebecca è incombente, sia nella casa che nei pensieri del marito.
Un giorno un vascello affonda proprio vicino allo yacht di Rebecca. Durante le ispezioni si scopre che il corpo di Rebecca è ancora lì e che le paratie sono state sfondate dall'interno, in un evidente tentativo di danneggiare e far affondare lo yacht. Massimo è costretto ad affrontare un nuovo processo, durante il quale ribadisce che la morte di Rebecca fu una disgrazia. Ma non è vero, e solo alla moglie confessa infatti di averla uccisa lui, ma accidentalmente: un giorno in cui Massimo e Rebecca erano nel casolare di famiglia, sul mare, dove abitualmente Rebecca incontrava i numerosi amanti, lei gli aveva annunciato d'essere incinta di un altro, e il marito, in uno scatto d'ira, l'aveva spinta, facendola cadere. Rebecca si era mortalmente ferita battendo la testa su una carrucola. Massimo poi aveva affondato lo yacht con all'interno il corpo della moglie e aveva simulato il riconoscimento del cadavere di una sconosciuta.
Il matrimonio dei De Winter, in apparenza perfetto, celava un rapporto fatto di odio, ed è questa infatti una delle scene più amate del film: il momento in cui Massimo dice a sua moglie: "Io la odiavo", e le racconta del suo matrimonio con Rebecca, che lui aveva sposato con affetto. Rebecca invece non lo amava, e glielo rivelò pochi giorni dopo il matrimonio, raccontando tutte le sue vicende sentimentali e sessuali, senza pudore. La giovane sposa crede nella buona fede di Massimo ed è pronta a difenderlo.
Massimo viene ricattato da Jack Favell, cugino e amante di Rebecca, ma non cede al ricatto. Quando le indagini portano alla rivelazione che Rebecca era in realtà malata terminale di cancro, il giudice chiude il caso come un suicidio. La signora Danvers appicca fuoco a Manderley, morendo nell'incendio che distrugge per sempre il castello.





 
 
Locandina 25.07.2019

MERCOLEDI 5 AGOSTO ORE 21.30


"VENGO ANCH'IO"
di Nuzzo e Di Biase;


Stanchi di mettersi in gioco poiché da tempo abituati a risultare sconfitti dalla vita, una ex galeotta, un ragazzo con la sindrome di Asperger di nome Aldo, una giovane atleta e un aspirante suicida si ritrovano a condividere un viaggio. Avranno così l'occasione di affrontare il passato e, insieme, proveranno a dare un senso nuovo alle loro vite.




 
 
Locandina 01.08.2019

MERCOLEDI 12 AGOSTO ORE 21.30



"SE DIO VUOLE"
di Edoardo Falcone
film del 2015 scritto e diretto da Edoardo Falcone.


Tommaso, uno stimato cardiochirurgo, vive con la moglie Carla, affascinante ma ormai sfiorita come gli ideali in cui credeva e segreta alcolizzata che adotta bambine/i a distanza. Tommaso e Carla hanno due figli: Bianca, che abita nell'attico accanto insieme al marito Gianni Malloni, agente immobiliare, ed Andrea, iscritto alla facoltà di medicina.
Andrea però sembra cambiato: è spesso chiuso nella sua stanza e la sera esce senza dire a nessuno dove va. Il padre una sera lo osserva incontrarsi con l'amico venutolo a prendere in motorino e ipotizza che Andrea sia gay. Avendo il ragazzo comunicato a cena che la sera dopo vuole fare un annuncio alla famiglia, il padre raduna moglie, figlia e genero per convenire che avrebbero preso la novità con stile offrendo ad Andrea tutta la loro benevolenza. Ma la sera dopo Andrea, radunata la famiglia, dichiara di voler diventare sacerdote. Attoniti i familiari cercano di agire come convenuto ma hanno difficoltà e per Tommaso, ateo convinto, un figlio prete è un duro colpo. Mentre finge di dargli appoggio totale, decide di capirci di più e inizia a seguirlo di nascosto insieme al genero Gianni, che l'aiuta. Arriva così a Don Pietro: è lui ad aver fatto il lavaggio del cervello a suo figlio.
Intanto Bianca per solidarietà al fratello inizia a leggere i vangeli, guarda film religiosi e arriva a rifiutare rapporti intimi con il marito se non a scopo procreativo. Ha una forte lite con il padre al quale rimprovera di averla sempre giudicata e mai amata per quello che era.
Approfittando dell'assenza di Andrea, in ritiro in un monastero, Tommaso, sotto mentite spoglie, comincia una vera e propria guerra senza esclusione di colpi per smascherare la dubbia fede del prete: si finge povero, con una moglie che lo picchia e un fratello con disturbi cognitivi e chiede aiuto al prete; quando la messinscena sembra finita, tornando a casa il chirurgo va a vedere Andrea nella sua stanza e lo trova in compagnia proprio del prete, il quale non lo smaschera davanti ad Andrea, ma in terrazzo gli chiede il perché delle bugie. Tommaso gli dice che Andrea non può buttare la carriera da medico per seguire una cosa che nemmeno esiste. Allora Don Pietro per penitenza chiede a Tommaso di essere a sua disposizione ogni giorno per un mese, per fare insieme a lui i lavori nella piccola chiesa che sta rimettendo a posto. Tommaso deve accettare. Durante questo mese Tommaso, che inizialmente crede che Don Pietro sia un uomo losco e immorale, si ricrede conoscendolo, capendo che è un prete buono, gentile e disponibile.
Intanto Carla non sopporta più la situazione e si trasferisce nella stanza della domestica Xenia e non vuole saperne del marito. Tommaso inizia così un percorso dentro di sé, riscoprendosi e arrivando a dubitare delle sue ferree convinzioni. Le giornate con Don Pietro diventano puntuali appuntamenti dove evolve e da lì nasce una vera amicizia con il sacerdote. Inizia quindi a confidarsi ed a chiedergli consigli su come affrontare la situazione che sta vivendo in casa. Proprio in una di queste occasioni, Don Pietro lo porta in un posto dove rivela al medico le sue convinzioni di fede e che lui si è fatto prete dopo 8 anni di carcere. Tommaso è comunque un uomo cambiato. Arriva il giorno in cui finisce il lavoro da Don Pietro: Tommaso cerca di offrirsi per continuare a rimettere a posto la chiesetta, ma Don Pietro è irremovibile. Tommaso una volta tornato a casa decide di affrontare il figlio ed entra nella stanza di Andrea ma lo trova con una ragazza in atti amorosi. Andrea gli spiega di aver cambiato idea, ma che proprio per questo non ne aveva parlato con lui per il timore di deluderlo. Tommaso gli dice che non c'è niente di male nel cambiare idea e che lui stesso lo fa spesso, è un uomo cambiato. Divertito, pensa a quando Don Pietro lo saprà ma scopre che Andrea glielo aveva già detto un mese prima: quando Don Pietro era venuto a trovarlo gli aveva sconsigliato di diventare sacerdote, perché non sembrava fatto per quel mestiere. Tommaso capisce il gioco del prete e prova a chiamarlo, proprio mentre Don Pietro è in motorino e viene investito da un furgone.
Tommaso, arrivato in ospedale, scopre che Don Pietro ha avuto un incidente e deve essere operato ma, ormai diventato suo grande amico, rifiuta di assistere all'operazione condotta dal collega constatando che le lesioni riportate sono molto gravi e che difficilmente il prete si riprenderà. Tommaso allora, fortemente dispiaciuto, finisce i lavori nella chiesa e torna nel posto in cui Don Pietro gli aveva rivelato i suoi segreti, guardando il creato con occhi nuovi.




 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito