1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Unable to create Repository object of type []
 
Contenuto della pagina

Domanda occupazione spazi ed aree pubbliche

  1. Descrizione del servizio
  2. Requisiti del richiedente
  3. Modalità di richiesta
  4. Modulistica
  5. Costi e modalità di pagamento
  6. Scadenze e Validità
  7. Notizie Utili
  8. Normativa di Riferimento
 
 

Descrizione del servizio

Sono soggette a concessione tutte le occupazioni di qualsiasi natura, di strade, aree e spazi appartenenti al Demanio o al Patrimonio indisponibile del Comune di Cavallino Treporti e di spazi sottostanti e soprastanti, nonché di aree private sulle quali risulta costituita, nei modi e nei termini di legge, la servitù di pubblico passaggio, site nel territorio del Comune stesso, ed inoltre le occupazioni di tratti della via Provinciale Fausta che attraversano il centro abitato.
Il Comando di Polizia Locale è incaricato del rilascio delle concessioni per plateatici, strutture di servizio con annessa pubblicità (ad esclusione delle tende) e altre iniziative non soggette al pagamento del canone.

Torna a inizio Pagina.
 

Requisiti del richiedente

Il richiedente può essere una persona fisica o una persona giuridica.
Nel caso di occupazione che interessi un condominio, l’istanza può essere presentata dall’amministratore, il quale risponde degli obblighi nascenti dalla concessione in via solidale con i condomini.

Torna a inizio Pagina.
 

Modalità di richiesta

La richiesta va presentata allo Sportello Unico per le Attività Produttive prima di iniziare l’occupazione.
In presenza di più istanze riguardanti la stessa occupazione o lo stesso bene, viene riconosciuta priorità, ai fini del rilascio della concessione, alla richiesta, completa di documentazione: 

a) di titolari di negozi o pubblici esercizi che chiedano la concessione per lo spazio antistante l’esercizio stesso;  
b) che risulti pervenuta per prima al SUAP.  
Il Comando di Polizia Locale, preposto al procedimento di rilascio delle concessioni, dovrà tener conto dei diritti delle altre attività frontiste dell’area concessa.

 
 
 
Torna a inizio Pagina.
 

Modulistica

La domanda per il rilascio, il rinnovo, la voltura o la variazione della concessione di suolo pubblico viene generata dal SUAP una volta creata la pratica. Il modello di domanda può essere scaricato prima della sua compilazione.
Gli allegati obbligatori sono quelli previsti come tali dal SUAP. Il richiedente ha comunque la possibilità di inserire degli allegati eventuali e facoltativi.

 
Torna a inizio Pagina.
 

Costi e modalità di pagamento

Il provvedimento di concessione in formato digitale sarà consegnato dal SUAP al soggetto interessato, o suo procuratore, previa presentazione della quietanza di versamento del canone, della costituzione della cauzione se prevista e di eventuali oneri accessori o rimborsi spese se dovuti.
Nella pratica SUAP saranno indicati i codici identificativi di due marche da bollo da € 16,00 ciascuna, una per l'istanza e una per il provvedimento finale.
Per il rilascio della concessione sono dovuti i diritti di istruttoria previsti dalla delibera di Giunta Comunale n. 226/2016:
- € 70,00 per il rilascio di una nuova concessione;
- € 40,00 per rinnovo, voltura e variazione di concessioni già rilasciate.
I diritti di istruttoria possono essere pagati con bonifico bancario nel conto intestato alla Tesoreria Comunale codice Iban: IT 98 J 02008 83211 000041257688, versamento in c/c postale n. 12220455, carta di credito, iConto e PagoPa.

Torna a inizio Pagina.
 

Scadenze e Validità

 Le occupazioni possono essere temporanee o permanenti.
Sono temporanee quelle di durata inferiore all’anno, anche se ricorrenti.
Sono permanenti quelle realizzate con carattere di stabilità con durata non inferiore a dodici mesi e non superiore a tre anni fatte salve specifiche tipologie.
Le concessioni per occupazioni temporanee o stagionali possono, ove siano ricorrenti, essere rilasciate anche con effetto annuale o pluriennale. Per ricorrenti si intendono le occupazioni che si ripetono in più occasioni o con frequenza periodica o stagionale.

Torna a inizio Pagina.
 

Notizie Utili

La mancata allegazione della quietanza di versamento del canone, mediante le funzioni di integrazione della pratica SUAP, comporta l’archiviazione del procedimento trascorsi trenta giorni dalla ricezione dell'avviso di liquidazione del canone.
Il procedimento è archiviato anche nel caso in cui l'interessato non integri il pagamento dei diritti di istruttoria nel termine assegnato dal Comando di Polizia Locale.

Torna a inizio Pagina.
 

Normativa di Riferimento

Regolamento per l'applicazione del canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, approvato con Deliberazione del Consiglio comunale n. 85 del 16.12.2016

Torna a inizio Pagina.
 
 
Ultima Modifica: 23/01/2017