1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
 
Contenuto della pagina

Prevenzione della Corruzione

 

Segnalazione di condotte illecite – Whistleblowing

 
 

MODELLO PER LA SEGNALAZIONE DI
CONDOTTE ILLECITE (c.d. whistleblower)


I dipendenti e i collaboratori che intendono segnalare situazioni di illecito (fatti di corruzione ed altri reati contro la pubblica amministrazione, fatti di supposto danno erariale o altri illeciti amministrativi) di cui sono venuti a conoscenza nell’amministrazione debbono utilizzare questo modello.
Si rammenta che l’ordinamento tutela i dipendenti che effettuano la segnalazione di illecito.

In particolare, la legge e il Piano Nazionale Anticorruzione (P.N.A.), prevedono che:
• l’amministrazione ha l’obbligo di predisporre dei sistemi di tutela della riservatezza circa l’identità del segnalante;
• l’identità del segnalante deve essere protetta in ogni contesto successivo alla segnalazione.

Nel procedimento disciplinare, l’identità del segnalante non può essere rivelata senza il suo consenso, a meno che la sua conoscenza non sia assolutamente indispensabile per la difesa dell’incolpato;

• la denuncia è sottratta all’accesso previsto dagli articoli 22 ss. della legge 7 agosto 1990, n. 241;
• il denunciante che ritiene di essere stato discriminato nel lavoro a causa della denuncia, può segnalare (anche attraverso il sindacato) all’ispettorato della funzione pubblica i fatti di discriminazione.

Per ulteriori approfondimenti, è possibile consultare il P.N.A..
La segnalazione va fatta al Responsabile per la prevenzione della corruzione e può essere presentata alternativamente:
- a mezzo del servizio postale, in busta chiusa, indirizzata al Responsabile per la prevenzione della corruzione, recante la seguente dicitura: “Riservata personale”;
- a mezzo consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo, in busta chiusa, indirizzata al Responsabile per la prevenzione della corruzione, recante la seguente dicitura: “Riservata personale”.

 
 
 

Nomina del responsabile della prevenzione, della corruzione e del responsabile della trasparenza

 


Si informa che con atto del Sindaco n. 7/2020 sono attribuite al dott. Dino Daniele Bonato, già Vice Segretario del Comune di Cavallino-Treporti, le funzioni di Segreteria Generale del Comune di Cavallino-Treporti a decorrere dal 01.08.2020 e per il tempo necessario alla individuazione del nuovo Segretario Generale.

 

ATTI ANNO 2015

 
 
 
 
 
 
 
 
 

ATTI ANNO 2016

 
 
 
 
 
 
 
 
 

ATTI ANNO 2017

 
 
 
 

ATTI ANNO 2018

 
 
 
 

ATTI ANNO 2019

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

ANNO 2020

 
 
 
 

Anno 2021

 
 
 
 
Ultima Modifica: 31/03/2021
 
 
  1. Certificazione EMAS
  2. Parco turistico di Cavallino Treporti
  3. Bandiera Blu

Comune di Cavallino - Treporti (VE) | P.Iva 03129420273 - Tel: 041 2909711
Responsabile della Protezione dei Dati: dpo@comunecavallinotreporti.it PEC: protocollo.comune.cavallinotreporti.ve@pecveneto.it
info@comunecavallinotreporti.it

  1. Valida il codice XHTML della pagina corrente - collegamento al sito, in lingua inglese, del W3C
  2. Valida il codice CSS - collegamento al sito esterno, in lingua inglese, del W3C
  3. Vai alla dichiarazione di accessibilità