Home / Aree tematiche / Tributi e Tariffe / IMU: Imposta Municipale Unica

IMU - Imposta Municipale Unica

  1. Descrizione del servizio
  2. Novità 2022
  3. Aliquote e Detrazioni
  4. Regolamento IMU
  5. Calcolo della Base Imponibile
  6. Esclusioni dal calcolo
  7. Riduzioni
  8. Quota riservata allo Stato
  9. Modalità di versamento
  10. Importo Minimo
  11. Arrotondamenti
  12. Modulistica e Regolamenti
 
 

Descrizione del servizio

L’imposta municipale unica (IMU) è il tributo che dal 1°gennaio 2012 deve essere pagata sulla base del patrimonio immobiliare del contribuente.
Per patrimonio immobiliare si intende il possesso di Fabbricati, Aree Fabbricabili e Terreni, anche non coltivati.
Per possesso si intende il titolare del diritto di proprietà, usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie, concessionario di aree demaniali, locatario solo in caso di locazione finanziaria (leasing).

 

 

Novità 2022

FATTISPECIE
DESCRIZIONE BREVE
Bene Merce
Ripristino esenzione IMU per i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, finché permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.
Soggetti non residenti nel territorio dello Stato
Limitatamente all'anno 2022, l'IMU per questa fattispecie è ridotta al 37,5%, mentre i requisiti sono rimasti quelli indicati nella Legge di Bilancio 2021 (art 1 co 48 Legge 30.12.2020 n. 178).

Ogni agevolazione (riduzione/esenzione) può richiedere il rispetto di uno o più requisiti descritti ampiamente nei testi normativi di riferimento.

Ai fini dell'applicazione delle disposizioni relative ad una delle fattispecie di esenzione sopra elencate, il soggetto passivo attesta il possesso dei requisiti nel modello di DICHIARAZIONE MINISTERIALE da presentare obbligatoriamente entro il 30/06 dell'anno successivo a quello di applicazione.

Il mancato rispetto di anche solo uno dei requisiti elencati compromette il riconoscimento delle agevolazioni nella loro interezza.

 

 

Aliquote e Detrazioni

Sono confermate le aliquote e detrazioni approvate con delibera di Consiglio Comunale n. 8 del 31 Marzo 2020

 

 

Regolamento IMU

Il REGOLAMENTO IMU vigente é stato approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 7 del 31 Marzo 2020.

 

 

Calcolo della Base Imponibile

Base imponibile dell'Imposta è il valore degli immobili, calcolato come segue:

FATTISPECIE
DESCRIZIONE
1 - TERRENO
Il valore è costituito dal reddito dominicale risultante in catasto al 1° gennaio dell’anno di imposta, rivalutato del 25% e moltiplicato per un coefficiente pari a 135.

Base Imponibile TERRENO = Reddito Dominicale x 1,25 x 135
2 - AREA EDIFICABILE
La base imponibile è costituita dal valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di imposizione, tenuto conto della zona territoriale di ubicazione, dell’indice di edificabilità, della destinazione d’uso consentita, degli oneri per eventuali lavori di adattamento, dei vincoli urbanistici e dei prezzi medi di mercato.
Non sono considerati fabbricabili i terreni posseduti e condotti da coltivatori diretti o di imprenditori agricoli professionali, sui quali persista l’utilizzazione agro-silvo-pastorale mediante l’esercizio di attività dirette alla coltivazione del fondo, alla silvicoltura, alla funghicoltura ed all'allevamento di animali.
3 - FABBRICATO
Il valore è costituito dalla rendita catastale vigente al 1° gennaio dell’anno di imposizione, rivalutata del 5% e moltiplicata per un coefficiente diverso a seconda della categoria catastale.

La rivalutazione della rendita catastale pari al 5% è stata introdotta dalla Legge 662/96 - art. 3 comma 48.

CATEGORIA CATASTALE = COEFFICIENTE
Categoria A (escluso A/10) = 160
Categoria A/10 = 80
Categoria B = 140
Categoria C/1 = 55
Categoria C/2, C/6 e C/7 = 160
Categoria C/3, C/4 e C/5 = 140
Categoria D (escluso D/5) = 65
Categoria D/5 = 80

Base Imponibile FABBRICATO = Rendita Catastale x 1,05 x Coefficiente

Per verificare la rendita attualmente iscritta in catasto, cliccare sul seguente link dell’Agenzia delle Entrate:

 
 

 

Esclusioni dal calcolo

Per effetto dell'evoluzione della norma nazionale, l'IMU non si applica alle seguenti fattispecie:

  • Abitazione Principale (solo se in categoria catastale da A2 ad A7 comprese) e relative pertinenze(C2, C6 e C7 con il limite massimo di uno per categoria);
  • le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari;
  • i fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle Infrastrutture 22 aprile 2008,pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;
  • la ex casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;
  • un unico immobile, iscritto o iscrivibile in catasto nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze Armate e alle Forze di Polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica.


E' ASSIMILATA alla fattispecie Abitazione Principale:

  • l'unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.
 

 

Riduzioni

FATTISPECIE
DESCRIZIONE
RIDUZIONE
Fabbricati inagibili
sono i fabbricati che per la loro fatiscenza sono stati dichiarati inagibili o inabitabili, di fatto non utilizzati e caratterizzati da uno stato di degrado non superabile con interventi di semplice manutenzione
Riduzione al 50% della Base Imponibile, fermo restando l'applicazione dell’aliquota ordinaria
Fabbricati di interesse storico o artistico
sono i fabbricati di interesse storico o artistico codificati e schedati
Riduzione al 50% della Base Imponibile, fermo restando l'applicazione dell’aliquota ordinaria
Fabbricati concessi in comodato
sono i fabbricati per i quali è stato concesso l'uso gratuito a parenti in linea retta entro il primo grado (genitori-figli) a condizione che:
- l'immobile concesso in comodato sia in categoria catastale da A/2 ad A/7;
- l'immobile concesso in comodato deve essere utilizzato dal comodatario come sua abitazione principale;
- il contratto di comodato sia registrato.

Il beneficio Comodato IMU (art. 1 comma 10 della Legge 28/12/2015 n. 208 - Legge di Stabilità 2016) si applica anche nel caso in cui il comodante, oltre all'immobile concesso in comodato, possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.
Riduzione al 50% della Base Imponibile, fermo restando l'applicazione dell’aliquota ordinaria
Fabbricati locati a canone concordato
sono quei fabbricati oggetto di contratto di locazione stipulato ai sensi dell'art 2 comma 3 della Legge n. 431 del 9 Dicembre 1998
Riduzione al 75% della Base Imponibile, fermo restando l'applicazione dell’aliquota ordinaria
Soggetti non residenti nel territorio dello Stato
(art 1 co 48 Legge 30.12.2020 n. 178 - Legge Bilancio 2021)
A partire dall'anno 2021 per una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia, l'imposta municipale propria di cui all'articolo 1, commi da 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è applicata nella misura della metà.
Riduzione al 32,5% dell'imposta
Bene Merce
(art 1 co 751 Legge 27.12.2019 n. 160 - Legge Bilancio 2020)
Esenzione IMU per i fabbricati costruiti e destinati dall'impresa costruttrice alla vendita, finché permanga tale destinazione e non siano in ogni caso locati.
Esenzione
 


Ai fini dell'applicazione delle disposizioni relative ad ASSIMILAZIONI e/o RIDUZIONI il soggetto passivo attesta il possesso dei suddetti requisiti nel modello di DICHIARAZIONE MINISTERIALE.

 

 

Quota riservata allo Stato

E’ riservata allo Stato la quota fissa dello 0,76% dell’imposta derivante dagli immobili della categoria catastale D (Legge n. 228/2012 art 1 comma 380 lettera f).

 

 

Modalità di versamento

Il pagamento dell’imposta dovuta deve essere effettuato:

  • in ACCONTO o RATA UNICA: entro il 16giugno, in misura pari al 50% dell’imposta dovuta applicando le aliquote e le detrazioni fissate dal Comune;
  • a SALDO: entro il 16 dicembre, versando a conguaglio sulla prima rata;

Fatti salvi conguagli per modifiche agli immobili posseduti e/o delle aliquote da applicare
Se le date delle scadenze si compiono di sabato/domenica, la scadenza viene posticipata al primo giorno feriale successivo.

 

Importo Minimo

L’importo minimo per l' IMU da versare su base annua è pari ad € 10,00.

 

Arrotondamenti

Il pagamento deve essere effettuato con arrotondamento all'euro per difetto se la frazione è pari o inferiore a 49 centesimi e per eccesso se è superiore a detto importo.

 

Modulistica e Regolamenti

 

Tutte le dichiarazioni/autocertificazioni/istanze indirizzare al Servizio Tributi devono essere prodotte in formato CARTACEO oppure in formato digitale PDF (no pdf da conversione foto).
Non sono ammesse fotografie con cellulare .
In tal caso il contribuente sarà invitato a ripresentare la documentazione nei formati sopra descritti.